Nell’aprile 2011 avevo scritto queste proposte low cost per la cultura a Cagliari, immediatamente realizzabili

PROPOSTE:

Proposta 1 – Considerare la spesa per la cultura come voce fondamentale nel bilancio comunale e impegnarsi a mantenere la quota dei fondi per la voce cultura costante e sicura per tutta la durata della legislatura. Questo per permettere una corretta pianificazione delle attività di intervento della Amministrazione nel settore.

Proposta 2 – Promuovere attivamente e capillarmente in tutte le scuole cittadine e nelle università la fruizione del nostro patrimonio agevolando le visite ai musei, alle collezioni d’arte, ai laboratori d’arte, ai teatri e alle gallerie durante tutto l’anno anche e soprattutto durante i periodi di prova e di allestimento degli spettacoli e delle installazioni.

Proposta 3 – Utilizzare gli spazi in dotazione della Amministrazione Comunale per offrire GRATUITAMENTE spazi prova per compagnie di danza, teatrali, gruppi musicali che non hanno a disposizione locali propri. Tali spazi, non destinati al pubblico spettacolo, devono essere allestiti di luce, servizi igienici e di guardianìa senza nessun aggravio da parte degli usufruttuari. L’Amministrazione Comunale avrà cura di redigere la lista dei richiedenti e di assegnare i periodi a disposizione degli stessi in base a un calendario senza vincoli di curriculum pregresso.

Proposta 4 – Ospitare a proprie spese UNA VOLTA L’ANNO, per il solo periodo di prove, una grande compagnia teatrale, di danza o musicale nazionale o internazionale che intenda allestire una tournée nazionale o internazionale con il vincolo di fare la prima data sul territorio di Cagliari e di utilizzare A SUE SPESE per l’allestimento, in misura significativa, personale artistico e tecnico del nostro territorio. Questo per promuovere attivamente la formazione e la crescita delle professionalità artistiche e tecniche già presenti in città.

Proposta 5 – Attivare una convenzione con la SIAE che preveda, per un mese all’anno, la realizzazione di un festival delle arti diffuso sul territorio comunale. Ogni locale pubblico che intenda ospitare degli artisti nei suoi spazi per offrire arte e cultura ai suoi clienti, avrà pagati gli oneri SIAE direttamente dalla Amministrazione Comunale attraverso detta convenzione. Sarà onere di ogni locale stipulare gli eventuali accordi economici con gli artisti, con i fornitori di service o con eventuali noleggiatori di strumenti. La scelta degli artisti da ospitare rimarrà a carico dei gestori dei vari spazi che intenderanno aderire alla proposta.

Volontà politica, creatività, convinzione del ruolo primario della Cultura. Questo occorre.

Gianluca Floris

About gianlucafloris

"gianlucafloris" punto "me" "gianlucafloris" dot "me"
Gallery | This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s